menu

INDIA DEL SUD

AS-1520

INDIA DEL SUD

Viaggi su Misura 12 giorni Su Richiesta Richiedi un preventivo

Indimenticabile viaggio in un mondo a parte.

Un mondo antico che conserva millenni di storia,

di arte e di cultura tra templi, lagune, risaie e foreste.

 

 

 

 

MAPPA ITINERARIO

Partenza dall'aeroporto e disbrigo delle formalità di imbarco.

Voli intercontinentali e interni in classe economica

La categoria delle strutture alberghiere può essere personalizzata sulla base delle diverse esigenze

La quota comprende

  • Voli intercontinentali
  • Voli interni in classe economica
  • Pernottamenti negli alberghi menzionati o pari categoria
  • Pasti come da programma (pensione completa)
  • Visite menzionate, ingressi ai monumenti.
  • Trasferimenti da/per gli aeroporti
  • Trasferimenti e visite turistiche in autopullman

La quota non comprende

  • Tasse aeroportuali soggette a riconferma al momento dell’emissione dei biglietti
  • Visto indiano
  • Pasti non indicati
  • Mance
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

INDIA

Risultati immagini per india bandiera

India - Localizzazione

Capitale: Nuova Delhi

Fuso orario: + 4,5 ore rispetto all’Italia

Lingue: Hindi, Inglese

Religioni: La popolazione indiana è a grande maggioranza di religione induista (79,8%), compresi gli ayyavazhi che sono considerati una setta induista e sono presenti soprattutto nell'India meridionale; la seconda comunità religiosa della nazione è quella dei musulmani che assommano al 14,23% della popolazione totale dell'India (è la seconda comunità musulmana mondiale dopo l'Indonesia). Sono presenti inoltre altre minoranze religiose: cristiani 2,3%, sikh 1,72%, buddisti 0,7% e poi giainisti e altre comunità religiose (religioni tradizionali tribali, bahai, ebrei e parsi).

Moneta: Rupia Indiana (INR)

Clima: Il clima indiano è fortemente influenzato dall'Himalaya e dal deserto di Thar, che guida i monsoni. L'Himalaya frena i venti freddi dell'Asia centrale, mantenendo la maggior parte del subcontinente ad una temperatura più alta di regioni poste a simili latitudini. Il deserto di Thar svolge un ruolo fondamentale per attrarre i venti del monsone estivo, con un alto tasso di umidità, tra giugno e ottobre, che fornisce la maggior parte delle piogge nel corso dell'anno. Quattro grandi raggruppamenti climatici predominano nel paese: tropicale umido, tropicale secco, subtropicale umido, e montano. L'India comprende una vasta gamma di condizioni meteorologiche e climatiche, fortemente influenzate sia dalla scala geografica, che dalla varietà topografica. Analizzati secondo il sistema Köppen, l'India ospita sei principali sottotipi climatici, che vanno dal desertico a ovest, alpino e glaciale a nord, tropicale umido e tropicale secco delle regioni del sud-ovest e delle isole, al subtropicale, all'arido. Da qui si innestano tutta una serie di microclimi regionali. Il subcontinente ha quattro stagioni: inverno (gennaio e febbraio), estate (da marzo a maggio), la stagione del monsone (da giugno a settembre), e un periodo post-monsone (ottobre-dicembre). L'unicità geografica e geologica dell'India ne influenza fortemente il clima; questo è particolarmente vero per l'Himalaya e le montagne dell'Hindu Kush che agiscono come un ostacolo ai venti freddi provenienti dall'Asia centrale. Ciò contribuisce a tenere più elevate le temperature rispetto a regioni poste alle stesse latitudini. Pertanto, anche se il Tropico del Cancro (il confine tra aree tropicali e subtropicali) passa attraverso il centro dell'India, l'intero Paese è tendenzialmente considerato come tropicale. Contemporaneamente, il Deserto di Thar svolge un ruolo importante nell'attrarre l'umidità dei venti che spirano da sud-ovest carichi del monsone estivo, che tra giugno e ottobre forniscono la maggior parte delle precipitazioni. Un clima tropicale piovoso caratterizza regioni in cui persistono alte temperature, che normalmente non scendono al di sotto dei 18 °C. L'India ospita due sottotipi climatici che rientrano nell'ambito di questo gruppo. Il clima monsonico delle regioni tropicali copre le pianure del sud-ovest lungo la Costa di Malabar, i Ghati Occidentali, l'Assam meridionale, le isole Laccadive e le Isole Andamane e Nicobare. La pioggia ha carattere stagionale, in genere al di sopra dei 2.000 mm annui. La maggior parte delle precipitazioni si verifica tra maggio e novembre. Il clima tropicale umido e secco è più comune. Significativamente più asciutto delle zone umide tropicali, prevale sulla maggior parte dell'entroterra peninsulare indiano. L'inverno è caratterizzato da periodi di siccità con temperature medie al di sopra dei 18 °C. L'estate è eccezionalmente calda con temperature che possono superare i 50 °C nel mese di maggio, e con ondate di calore che annualmente uccidono centinaia di indiani. La stagione delle piogge dura da giugno a settembre; le precipitazioni annue medie sono nell'ordine dei 750–1500 mm. Un clima tropicale arido e semi-arido predomina in ampie regioni a sud del Tropico del Cancro e ad est dei Ghati Occidentali, tra Karnataka, Tamil Nadu, Andhra Pradesh occidentale, e Maharashtra centrale, dove le precipitazioni sono tra i 400 e i 750 millimetri all'anno. Dicembre è il mese più freddo, con temperature ancora tra i 20-24 °C. I mesi tra marzo e maggio sono caldi e asciutti; la media mensile delle temperature è di 32 °C. La maggior parte delle regioni settentrionali e del nord-est dell'India è soggetta ad un clima subtropicale-umido. Anche se presenta estati calde, la temperatura nei mesi più freddi può scendere sino a 0 °C. A causa delle ampie piogge monsoniche, l'India ha un solo sottotipo di questo clima, il CFA (sotto il sistema Köppen). La maggior parte di questa regione si caratterizza per scarse precipitazioni durante l'inverno. Le precipitazioni annue variano da meno di 1.000 mm ad occidente, fino agli oltre 2.500 mm delle regioni nord-orientali. Le regioni settentrionali situate nell'Himalaya sono soggette al clima alpino. Qui la temperatura scende di 5,1 °C ogni mille metri di altitudine (tasso di decadenza adiabatico). L'area situata ad altitudini tra i 1.100 e i 2.300 metri riceve abbondanti piogge, che scendono rapidamente al di sopra di questi limiti. Sopra i 5.000 metri non piove mai: tutte le precipitazioni sono sotto forma di neve.  

Documenti: Passaporto con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’ingresso nel Paese.


RICHIEDI INFORMAZIONI

giorno 1

ITALIA – MADRAS (CHENNAI)


Disbrigo delle formalità di imbarco e partenza con volo di linea per Madras. Pernottamento a bordo.

chiudi continua

giorno 2

MADRAS


Arrivo in aeroporto, formalità di frontiera. Incontro con un nostro incaricato e trasferimento in hotel. Pernottamento. Prima colazione e pranzo. Pomeriggio, visita della di Madras: la chiesa di St. Mary nel Fort St. George, il Tempio Kapaleshwar, la Galleria dei Bronzi nel museo. Cena in albergo.

chiudi continua

giorno 3

MADRAS – MAHABALIPURAM – PONDICHERRY


Prima colazione. Trasferimento a Mahabalipuram, km 60, antico porto del regno Pallava, fiorito dal 7° al 10° secolo, ricco di monumenti medioevali. Visita: il gigantesco bassorilievo m 27 x 9, rappresentante la discesa del Gange sulla Terra, i templi rupestri chiamati “mandapa” con belle sculture, i templi monolitici “rath”, il tempio di Shiva chiamato Tempio sulla Spiaggia. Pranzo in ristorante, poi prosecuzione per Pondicherry, colonia francese fino al 1954. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

chiudi continua

giorno 4

PONDICHERRY – TANJORE


Prima colazione. Partenza per il sud in autopullman. Dopo km 94 arrivo a Gangaikondacholapuram, eccezionale tempio del 1044 in un recinto fortificato, con una torre (vimana) alta m 55, decorazione statuaria. Visita, poi prosecuzione per Swamimilai. Pranzo in ristorante, poi visita del santuario di Shiva di Darasuram, del 1146, chiamato Airavateshwara, dal nome dell’elefante cavalcatura di Indra, re gli dei. Decorazione scultorea bellissima, specie le diverse statue di basalto nero. Altri km 34, si arriva a Tanjore, grande città sul delta del fiume Cauvery. Sistemazione in hotel basic. Cena.

 

chiudi continua

giorno 5

TANJORE – SRI RANGAM – CHETTINAD


Prima colazione. Visita del tempio Brihadishwara, dell’anno 1000, il più bello del Sud India, dedicato al dio Shiva, con all’ingresso un immenso toro monolitico. Il Vimana, alto m 60,5, è sormontato da un masso monolitico istoriato pesante 50 tonnellate. Prosecuzione per il Palazzo Nayaka, ove si visita la Galleria dei Bronzi, capolavori di arte Chola, fusi tra il 10° e il 14° secolo. Pranzo in ristorante. Si parte per Sri Rangam, km 55, un’isola sul fiume Cauvery, ove si visita un tempio gigantesco (il più grande dell’India), costruito tra il 10° e il 17° secolo, con sette mura altissime concentriche e alti “gopuram” di accesso. E’ permesso entrare fino al 4° recinto. In seguito si procede verso il sud, la regione del Chettinad, km 90, ove sono dei grandi palazzi costruiti da mercanti che hanno fatto fortuna nel Sud-Est Asiatico. Cena e pernottamento in hotel.

chiudi continua

giorno 6

CHETTINAD – MADURAI


Prima colazione. Partenza presto per Madurai. Visita del famoso santuario doppio Meenakshi Sundareshwara cinto da un alto muraglione e con molte torri d’ingresso “Gopuram” coperte di sculture multicolori. Il santuario è uno dei più famosi del Sud India e vi si osservano interessanti scene di culto. Riceve più di 10.000 pellegrini al giorno, ed ha delle gallerie e dei corridoi giganteschi pieni di sculture. Di fronte all’ingresso principale è un grandissimo porticato secentesco chiamato Tirumala Choultry. Sistemazione in hotel. Pranzo. Pomeriggio, visita del grande palazzo reale di Tirumala Nayak (regnavit 1623-1655), con colonne alte 12 metri. Dopo cena si torna al santuario per assistere alla selvaggia e rumorosa cerimonia con la quale il simulacro del dio Sundareshwar (Shiva) viene portato all’altare della moglie Meenakshi per passare la notte con lei.

chiudi continua

giorno 7

MADURAI – THEKKADY


Prima colazione. Partenza al mattino seguendo le valli dei fiumi Vaigai e Kambam sulle Cardamon Hills che dividono gli stati di Tamilnadu e Kerala, e qui sono alte circa 1000 metri. Sistemazione in hotel. Pranzo in albergo. Pomeriggio, passeggiata-safari a piedi all’interno della foresta del Periyar con guida naturalista;; se fortunati si possono vedere diverse specie di animali cervi, cinghiali, scimmie e gazzelle; inoltre numerose specie di uccelli acquatici quali gru e cormorani. Nel Periyar National Park vi sono anche alcuni esemplari di tigre (quasi impossibile avvistarne in quanto la vegetazione è molto fitta). Cena e pernottamento a Thekkady.

chiudi continua

giorno 8

THEKKADI – KUMARAKOM


Prima colazione. Discesa attraverso piantagioni, prima di tè, poi di spezie, poi di alberi della gomma, infine boschi di palme da cocco, fino alle rive del lago Venbanad, che fa parte dell’insieme di canali, lagune e laghi chiamato “Vie d’Acqua del Kerala”, parallelo alla costa del Malabar. Sistemazione in hotel. Pranzo. Pomeriggio, è previsto una massaggio ayurvedico di 1 ora (è necessario prenotare in anticipo, in fase di iscrizione, l’uso del centro benessere). Cena in albergo.

chiudi continua

giorno 9

KUMARAKOM (HOUSEBOAT)


Prima colazione. Imbarco su di una “rice boat” per la navigazione sulle vie d’acqua che formano le “Kerala Backwaters”, osservando la vita dei contadini, le risaie, il lavoro dei campi. Pranzo e cena a bordo.

chiudi continua

giorno 10

HOUSEBOAT - ALEPPEY – COCHIN


Prima colazione a bordo. Sbarco ad Aleppey. Trasferimento in autopullman per Cochin (circa 1 ora) Sistemazione in hotel. Al pomeriggio, si assiste a uno spettacolo di “Kathakali”, l'antica pantomima classica eseguita con maschere, che si ispira ai temi dei poemi epici indiani "Ramayana". Cena e pernottamento. Cochin ha una parte insulare: Vypeen, Willingdon, Bolgatty; una parte peninsulare: Fort Cochin, e un quartiere di terraferma, Ernakulam.

chiudi continua

giorno 11

COCHIN (KOCHI)


Prima colazione. Camere a disposizione fino alle ore 12:00. Mattino, visita del Palazzo Mattancherry (1557) costruito dai Portoghesi per il Raja di Cochin, oggi museo con bellissime pitture murali cinquecentesche nella camera da letto regale, nella “sala delle scale” e nelle camere da letto femminili (chiuso il venerdi). Si va poi alla Sinagoga degli Ebrei Bianchi del 1568, con un bel pavimento di mattonelle cinesi. Prosegue la visita con il quartiere ebraico degli antiquari e robivecchi e la chiesa di San Francesco, e le “reti cinesi” all’ingresso del porto. Cena in ristorante. In serata, trasferimento in aeroporto.

chiudi continua

giorno 12

COCHIN - ITALIA


Partenza con volo di linea per il rientro in Italia.

chiudi continua
preventivo

ALTRI TOUR CHE POTREBBERO INTERESSARTI

COSTA RICA COSTA RICA GRAN TOUR DEL COSTA RICA

Viaggio

GRAN TOUR DEL COSTA RICA
COSTA RICA

Itinerario consigliato

  • Hotel 4* con camere doppie riservate
  • Pensione completa con acqua durante gli spostamenti
  • Guide locali 
SUDAFRICA SUDAFRICA SUD AFRICA & CASCATE VITTORIA

Viaggio

SUD AFRICA & CASCATE VITTORIA
SUDAFRICA

Itinerario consigliato

Un viaggio straordinario e completo 
Voli intercontinentali e interni
4 Game Drive Safari
Crociera al tramonto sul fiume Zambesi
Visite ed escursioni indicate con guida locale parlante italiano 

NORVEGIA NORVEGIA LE SVALBARD

Viaggio

LE SVALBARD
NORVEGIA

  • Volo di linea SAS da Milano in classi contingentate per l’itinerario indicato
  • Trasferimenti e visite come da programma
  • Accompagnatore esclusivo in lingua italiana in partenza dall’Italia
  • Sbarchi con imbarcazioni idonee
ISLANDA ISLANDA TOUR ISLANDA

Viaggio

TOUR ISLANDA
ISLANDA

  • Voli aerei 
  • Pullman locale per le escursioni
  • Ingressi: Laguna Blu e Museo Galumbaer
  • Escursione in battello sul lago glaciale di Jokurlsarlonl
arrow_drop_up